Come coltivare i pomodori sul balcone o in vaso

Il pomodoro è molto utilizzato nella cucina Mediterranea e nella tradizione culinaria italiana. Grazie alle sue proprietà benefiche e al suo gusto piacevole è l’ingrediente perfetto per creare piatti buoni e gustosi, ma allo stesso tempo salutari.

Coltivare i pomodori è semplice e se non hai a disposizione un orto potrai comunque coltivarli comodamente in vaso sul terrazzo o sul balcone! Infatti, i pomodori necessitano di luce e aria, ma non hanno ulteriori esigenze e si prestano bene alla coltivazione in vaso.

Vediamo insieme come coltivare pomodori sul balcone di casa.

Coltivare i pomodori in vaso sul tuo balcone: qual è il periodo migliore?

Partiamo dalla prima fase per coltivare i pomodori, cioè la semina.

La semina dei pomodori va svolta in periodi caldi dell’anno perché il pomodoro ha bisogno di tanta luce e di molto calore per crescere. Il periodo ideale è tra marzo e aprile, quando le temperature sono stabili anche durante la notte. Infatti, in questi mesi la temperatura media notturna si aggira intorno ai 13 gradi.

Tra maggio e giugno potrai veder crescere i tuoi primi pomodori!

In alternativa, puoi effettuare la semina tra gennaio e febbraio e riporre i vasi in un semenzaio al caldo per poi trapiantarli a marzo. In questo modo potrai anticipare di qualche settimana la preparazione delle piante di pomodoro.

Quale varietà di pomodoro coltivare?

Puoi coltivare tutte le varietà di pomodoro, ma il nostro consiglio è quello di scegliere valutando lo spazio a disposizione e orientandosi verso le varietà a crescita determinata. In questo modo la pianta cesserà di crescere in altezza nel momento in cui compaiono i fiori.

Per la coltivazione su balcone è meglio scegliere i pomodori Datterini o i Pachino sono i pomodori più facili da coltivare, sono varietà più piccole che non richiedono troppo spazio.

come coltivare i pomodori in casa, sul balcone oppure in giardino

Passaggi da seguire per coltivare i pomodori in vaso

Scegliere il vaso giusto e il terriccio

Sembra ovvio ma la prima cosa da fare per coltivare i pomodori in balcone o in giardino è acquistare il vaso adatto. Dovrà avere le giuste dimensioni: non meno di 30 centimetri di larghezza e profondità di almeno 30/40 centimetri.

Successivamente dovrai procurarti del terriccio di qualità, sabbia ed argilla. Ricordati che il terriccio ideale per i pomodori deve avere pH da 5,5 a 6,8 ed essere ben drenato.

Seminare la pianta di pomodoro

Per quanto riguarda la semina, i semi puoi acquistarli oppure ottenerli “a costo zero”.

Come? Ricavandoli da un pomodoro della qualità che vorresti piantare: prendi i semi, lasciali asciugare e mettili nella terra.

La semina, come detto sopra, va fatta tra marzo ed aprile a meno che tu non utilizzi un semenzaio.
Questi sono i passaggi: 

  • Prepara il terreno unendo ad 4 pugni di terriccio uno di sabbia ed uno di argilla. Poi riponi uno strato di argilla espansa (circa 5 centimetri) sul fondo del tuo vaso;
  • Riempi il contenitore con il terriccio preparato prima;
  • Fai un foro al centro del vaso e inserisci al suo interno due semini di pomodoro;
  • Copri i due semi con del terriccio e annaffia abbondantemente;

Terminati i passaggi, dopo una decina di giorni dovresti vedere i primi germogli! Ebbene si, coltivare i pomodori in casa regala soddisfazioni piuttosto rapide.

In caso entrambi i semi piantati germoglino, elimina la pianta meno robusta.

Come avere cura dei pomodori in vaso

Anche se i pomodori non richiedono particolare attenzione e per questo si prestano bene alla coltivazione in vaso, tieni a mente questi suggerimenti per mantenere la pianta in salute. Per prima cosa, ti ricordiamo di annaffiare la pianta di pomodoro con costanza ed in modo ordinato, ma senza esagerare. In questo modo eviterai una sorpresa spiacevole: il marciume apicale!

La seconda indicazione che ti diamo è di concimare il pomodoro una volta a settimana utilizzando un prodotto che sia ricco di potassio. Per l’acquisto del prodotto chiedi consigli al tuo rivenditore di fiducia.

Il pomodoro ha bisogno di nutrienti, soprattutto se si trova in vaso ed ha a disposizione un terreno limitato.

Se vuoi dare più stabilità alla tua pianta di pomodoro puoi utilizzare un sostegno inserendo nel suolo dei tutori al quale potrai legare le piante. Quando esegui questa operazione, ricorda di accostare del terriccio alla base della pianta: in questo modo aiuti ulteriormente la sua stabilità ed allo stesso tempo favorisci lo sviluppo di nuove radici.

Ultimo consiglio: raccogli i pomodori solo quando presentano una buccia colorata in modo omogeneo ed esegui il taglio con forbici ben affilate per poter eseguire tagli netti ai peduncoli. Ti ricordiamo che i pomodori non vanno “strappati” ai peduncoli, ma tagliati con questi attaccati.


Le nostre guide per gli acquisti sul giardinaggio


Dal Blog

Lascia un commento