Come costruire un semenzaio a letto caldo –

Il semenzaio è un particolare tipo di ambiente protetto che permette di coltivare piantine sia per l’orto che per il giardino.

Scriviamo questo articolo per aiutarti a capire come costruire un semenzaio fai da te.

Cos’è un semenzaio a letto caldo?

Un semenzaio “a letto caldo”, consente di allungare il periodo di coltivazione dell’orto, di piantare prima del periodo previsto alcuni ortaggi e di conservare quelli dell’inverno. In sostanza si tratta di una sorta di serra che protegge le piantine appena nate e quindi delicate dall’intemperie.

Creare un semenzaio a letto caldo da soli non è affatto difficile, basta seguire le istruzioni giuste.

In linea generale ricordati che esso va sempre posto in un luogo riparato dal vento e pieno di sole; puoi semplicemente appoggiarlo al muro di una casa oppure di una serra e in tal modo il calore si conserverà perfettamente permettendo ai semi di crescere e svilupparsi al meglio.

Come costruire un semenzaio a letto caldo: istruzioni e procedura da seguire

Come ti abbiamo detto, costruire un semenzaio a letto caldo è piuttosto semplice: ecco, in una serie di punti, cosa devi fare:

Scava una fossa della larghezza di circa 1 metro, profonda mezzo metro circa e lunga come preferisci. Al fondo della buca appoggia una rete a maglie strette di metallo, che servirà a tenere lontani i topi; devi ancorarla ai lati del cassone

Metti nella fossa uno strato di foglie ed arbusti triturati di circa 10 cm. Questi possono essere tranquillamente gli stessi residui che hai prodotto durante la pulizia dell’orto e che hai processato con una trituratrice.

E’ importante che il compost che utilizzi sia questo che ti diciamo e non un compost domestico comune. Alcuni elementi presenti nelle bucce di alcuni alimenti potrebbero apportare microelementi non adatti alla crescita di alcune piante in questa fase.

Per accumulare il compost necessario, potresti giocare d’anticipo e accumulare il materiale organico necessario in primavera in una compostiera con una buona dimensione.

come costruire un semenzaio a letto caldo

Poi riempi la fossa con altri 40 cm. circa di letame maturo ben pressato. Puoi usare quello che preferisci o hai a disposizione, ma tieni presente che quello di cavallo è considerato il migliore, in quanto produce più calore degli altri.

Utilizzando assi di legno di uguale larghezza e lunghezza dello scavo, crea un cassone e mettilo dentro la fossa (puoi usare pezzi di vecchie finestre e porte). Le dimensioni ideali sono di 50 cm. per il lato anteriore e 15 cm. in più per quello posteriore, in modo che non vi sarà alcun ostacolo per i raggi solari

Mescola compost maturo, terriccio e sabbia e con questo composto riempi l’aiuola fino a 20 cm. dal lato anteriore. Usa del terriccio leggero e, se ti sembra il caso, aggiungi ad esso un po’ di farina di roccia

Copri il tutto con fogli di plastica che dovrai far tenere ben tesi da cornici di legno, oppure usa dei pannelli alveolari. Se le hai a disposizione, puoi utilizzare anche vecchie finestre, purché non siano eccessivamente pesanti. Aggiungi un regolatore automatico per l’apertura.

La parte della struttura può essere complicata soprattutto se non si è grandi fan del bricolage. Per questo motivo potrebbe essere interessante acquistare una struttura già pronta e funzionante come quella che vedi a continuazione.

TecTake Cassone a letto caldo

63,99  disponibile
Amazon.it
aggiornato al 18/10/2021 4:57 pm

Come si pianta in un semenzaio a letto caldo?

Fare un semenzaio non si limita alla mera costruzione chiaramente! Una volta realizzata, così come indicato, la struttura, puoi passare alla semina degli ortaggi che vuoi coltivare. Essi resteranno nel semenzaio fino a quando non saranno pronti ad essere trapiantati in piena terra.

Puoi anche usare il semenzaio per seminare fiori estivi che hanno bisogno di essere protetti in primavera. Mantieni la terra sempre umida e non annaffiare con acqua troppo fredda (quella ideale è a temperatura ambiente o appena appena tiepida).

Una soluzione perfetta? Raccogli l’acqua piovana e lascia che si stemperi il tempo necessario per avvicinarsi il più possibile alla temperatura dell’ambiente circostante

La temperatura all’interno del semenzaio non deve mai superare i 22-25°. Nei giorni più caldi quindi, rimuovi o apri la copertura del cassone in modo tale che le piantine non si rovinino

In alternativa a quanto indicato fino ad ora, puoi usare come semenzai anche le aiuole rialzate, che devi ricoprire con lastre di vetro, oppure ancora una struttura in legno anche molto semplice ma che abbia la capacità di offrire alle piantine, il giusto calore e la protezione di cui hanno bisogno.

Orienta il semenzaio in pieno Sud. Quando vuoi coltivare delle piantine in anticipo rispetto alla primavera, utilizza un dispositivo elettrico che apra e chiuda la copertura trasparente a seconda della temperatura che c’è (tieni presente che essa è particolarmente variabile nei mesi di Febbraio e Marzo)

Se vuoi conservare gli ortaggi tipicamente invernali nel semenzaio a letto caldo, sistemali nella terra e poi coprili con delle stuoie o con fogli di plastica.

Come riscaldare il semenzaio

Una volta che abbiamo visto come costruire un semenzaio a letto caldo, vediamo come riscaldarlo. Ti suggeriamo due metodi:

  • Usa un cavo riscaldante a serpentina sistemandolo sotto la vaschetta nella quale andrai a mettere il terriccio. Compra il cavo online oppure in un negozio di acquari per i pesci
  • Rispetto a quella sopra menzionata, esiste una soluzione ancora più facile ed economica. Compra un tappetino riscaldante (lo puoi trovare in internet). Questi tappetini hanno dimensioni piuttosto ridotte, ma vanno bene per semenzai casalinghi, utilizzati per le esigenze della famiglia. Il tappetino assicura una temperatura uniforme e si possono impostare diversi livelli di calore, a seconda delle esigenze. C’è anche il timer, in modo da poterne programmare l’accensione.
63,99€
disponibile
aggiornato al 18/10/2021 4:57 pm
Amazon.it
Aggiornato il 18/10/2021 4:57 pm

Per approfondire l’argomento su wikipedia fai click qui.