Ottobre: cosa si pianta e cosa si raccoglie

Quali sono le verdure e gli ortaggi da piantare ad Ottobre?

A questo punto dell’anno l’autunno è già entrato da tempo e l’inverno non è poi così lontano, pertanto le specie da seminare e coltivare ad ottobre iniziano a diminuire drasticamente, soprattutto a pieno campo.

Il semenzaio è la soluzione migliore, in quanto non solo il calore aiuta le piantine a germinare prima, ma impedisce che il freddo della notte, che ormai comincia a farsi sentire, le danneggi irreparabilmente.

Se invece disponi di un giardino ampio oppure di un orto vero e proprio, potrebbe essere interessante montare una vera e propria serra. Ti lasciamo qui sotto i riferimenti ad Amazon.

18,99€
disponibile
aggiornato al 28/09/2021 9:25 am
Amazon.it
45,95€
disponibile
aggiornato al 28/09/2021 9:25 am
Amazon.it
44,95€
disponibile
aggiornato al 28/09/2021 9:25 am
Amazon.it
Aggiornato il 28/09/2021 9:25 am

E’ pur vero che in Italia, in genere, Ottobre è un mese ancora mite e questo permette di poter fare ancora molto nell’orto, soprattutto nelle località del Centro-Sud.

Ciò che conta di più, se vuoi dedicarti alla semina di Ottobre, è fare attenzione al calendario e alle temperature, così da poter decidere cosa piantare ad Ottobre senza correre grossi rischi di veder vanificati i tuoi sforzi a causa del tempo inclemente.

Se oltre a voler capire cosa coltivare ad Ottobre, vuoi capire cosa coltivare a seconda del mese o della stagione, abbiamo preparato per te un calendario di semina e raccolta diviso per mesi.

Cosa si può piantare ad Ottobre

Le piante da piantare ad Ottobre sono essenzialmente di due tipi, ovvero quelle che crescono in fretta e che è possibile raccogliere prima che arrivi il gelo come le insalate, e le verdure che presentano una notevole resistenza al freddo, pertanto capaci di affrontare indenni, o quasi, anche la rigidità delle temperature invernali, come, fra gli altri, le cipolle e i piselli.

Nello specifico, ecco cosa puoi piantare e seminare ad Ottobre.

Insalate

Alcune varietà di insalata, come le lattughe da taglio, la scarola, l’indivia, la cicoria da taglio, la valerianella e la rucola, sono adatte alla semina autunnale in quanto si tratta di ortaggi a ciclo breve, che crescono in fretta e il cui raccolto può essere effettuato prima delle gelate.

Spinaci, cime di rapa, barbabietole, broccoletti, ravanelli e rape

Tra gli ortaggi da piantare a ottobre troviamo alcuni dei più saporiti dell’inverno.

Anche in questo caso, vale lo stesso discorso fatto per le insalate: spinaci, ravanelli, barbabietole, cime di rapa, rape, broccoletti e spinaci, hanno un ciclo breve e potranno dare i loro frutti prima dell’inverno.

Se non vanti il canonico “pollice verde” ma non vuoi rinunciare al piacere di portare in tavola la genuinità di prodotti che tu stesso hai coltivato, ti consigliamo di dedicarti agli spinaci. Questi sono sicuramente una verdura da piantare a ottobre e facilmente coltivabile pet tutti i mesi freddi.

coltivazioni facili ottobre: piselli e spinaci

Essi sono infatti, fra le verdure più facili da gestire e vanno bene anche se non hai la fortuna di avere un orto o un giardino, poiché si possono coltivare in vaso e stanno bene anche sul terrazzo e, addirittura, su un piccolo balcone.

Ricorda inoltre, che le varietà ideali per la semina autunnale sono quelle a foglia crespa e scura.

Piselli, fave, aglio e cipolla

I piselli, le fave, l’aglio e la cipolla (opta per i bulbilli, la varietà invernale), hanno l’indiscutibile vantaggio di resistere bene al freddo e quindi, anche se li semini ad Ottobre, essi resteranno a dimora nell’orto superando brillantemente i mesi più rigidi.

Consigli di coltura

Quanto detto finora, fa riferimento a quelle zone del nostro Paese in cui il clima si mantiene mite per gran parte dell’autunno e non vale, invece, per quelle a Nord o in montagna.

Se abiti in una località in cui il gelo è intenso e non sei esattamente un esperto o un’esperta, coltiva in serra oppure fatti aiutare da qualcuno le prime volte.

Ad ogni modo, ovunque ci si trovi, in questo periodo dell’anno bisogna far presto a seminare, poiché si rischia di non fare poi in tempo a raccogliere a causa del sopraggiungere della stagione invernale.

Se vuoi prolungare il più possibile il periodo di coltivazione poi, organizzati bene.

Procurati dei teli in tessuto non tessuto e usali per coprire le piantine di notte e proteggerle dal repentino abbassamento delle temperature; in alternativa, puoi affidarti alle serre a tunnel freddo, che ti aiuteranno a tirare fuori il massimo dalla tua semina ottobrina.

Se l’anno in corso è particolarmente caldo o ti trovi in una zona dove l’estate si allunga, dai un’occhiata anche ai nostri consigli di semina e raccolta di settembre

Cosa raccogliere ad Ottobre

Ad Ottobre è finalmente arrivato il momento di godere di alcuni dei frutti e degli ortaggi migliori che l’autunno può offrire.

Se alcune squisitezze come l’uva, le mele, le pere e i kiwi (quest’ultimo è una fonte inesauribile di Vitamina C), sono ancora disponibili, arrivano anche altre gustosissime e benefiche novità, come i cachi ed il melograno.

Il melograno in particolare, ha subito, negli ultimi anni, una vera e propria riscoperta, dovuta in gran parte alle ricerche che ne hanno dimostrato l’effetto positivo sul nostro organismo.

Se i chicchi ti sono “scomodi” da mangiare, provalo in succo (basta spremerlo come si fa con l’arancia e il limone): è buonissimo e fa tanto bene!

Altro frutto tipico del periodo sono le castagne, compagne immancabili nelle cene dei primi freddi: provale lesse o arrosto.

Per quanto riguarda le verdure infine, si trovano ancora le ultime melanzane, i peperoni e i pomodori, ma è la zucca la regina della tavola.

Del resto, se è da sempre il simbolo di Halloween un motivo c’è, no?

Altre guide dal Blog


Guide per gli acquisti

Lascia un commento